La Cucina: regina indiscussa della casa

Vuoi cambiare cucina ma non sai qual è il modello più adatto a te, temi di scegliere un modello bellissimo ma poco pratico o poco funzionale?
Niente paura ti aiutiamo noi! #RinnovoEuroedil

Nonostante il tempo da dedicare alla preparazione dei cibi sia sempre meno, il ruolo della cucina, nelle abitazioni odierne, è più centrale che in passato: oggi, infatti, la si vive come luogo conviviale e come vero pezzo di design da sfoggiare. Ecco perché dovrai sceglierla bella e funzionale.
Esistono tantissime soluzioni componibili, modulari, i colori dei pensili, gli elettrodomestici, per capire meglio qual’è la migliore soluzione, qui da Euroedil c’è Davide esperto del settore che ci aiuterà ad orientarci e capire meglio di cosa abbiamo bisogno.
Davide inizia subito spiegandoci che “la cucina è il primo pezzo di arredamento che viene scelto” questa attenzione verso alla cucina avviene perché è una parte di arredamento che si cambia meno sovente e dura per gran parte della nostra vita.

Rastelli

Primo step: Metrature e ingombri

Per decidere se è più adatta la cucina componibile o modulare, per sapere come arredarla e come organizzarla ottimizzando lo spazio, bisogna considerare la metratura a disposizione ed eventuali ostacoli architettonici da trasformare in interessanti opportunità. 
Qualche esempio?
la vicinanza a porte o finestre, che ti obbligherà a tener conto degli ingombri reciproci;
• la necessità di rispettare le posizioni predestinate di lavello e piano cottura per non dover predisporre nuovi allacciamenti di acqua e gas;
• la presenza di pilastri o colonne.

Esistono due grandi categorie di cucine: 
La cucina componibile
 La cucina componibile è la più versatile perchè veste completamente lo spazio che abbiamo a disposizione nella nostra cucina e questo permette di creare delle composizioni personalizzate che vanno a soddisfare non solo i nostri gusti ma a rendere il più funzionale possibile l’arredamento cucina. 
La cucina modulare 
La cucina monoblocco, è formata da tutti gli elementi essenziali, cottura, lavaggio e stoccaggio. La differenza sostanziale è nel posizionamento degli elementi che è standard e nella sua lunghezza che può arrivare fino massimo 3 metri.

Diverse soluzioni componibili:

La cucina componibile permette di scegliere diverse geometrie in base allo spazio a disposizione ad esempio:
Cucina lineare: è disposta interamente su una parete questo permette di ricavare spazio nel resto della stanza. Se lo spazio permette è possibile aggiungere un’isola o una penisola da usare come tavolo o piano di lavoro.
Cucina angolare: è disposta su due pareti libere questo permette di predisporre un efficace triangolo di lavoro e di spostarsi facilmente tra le varie zone operative: zona cottura, zona lavaggio e preparazione.
Cucina parallela: è disposta con elementi d’arredo paralleli tra loro dove si dividono solitamente l’area fredda di lavaggio, e quella di preparazione e cottura.
Cucina a ferro di cavallo: è la soluzione per chi ha uno spazio un po’ ridotto da dedicare alla cucina, può integrare una sala da pranzo accogliendo al centro uno spazioso tavolo che ospiti i commensali nelle grandi occasioni.
Cucina con penisola: è una tipologia di cucina dedicata sia ad ambienti open space  sia ad ambienti molto grandi e luminosi. Nel caso dell’open space la penisola diventa un elemento di separazione con il living. 
Cucina americana: la più sognata e desiderata è sicuramente la cucina americana con isola centrale, che punta i riflettori sullo chef e stimola la socializzazione. L’espressione di questa tipologia di arredamento è la massima forza del design elegante e completo di tutti gli elementi fondamentali per sentirsi chef. La regina delle cucine però ha la grande pretesa di uno spazio molto ampio in cui creare questa tipologia di arredamento.

Denovo

Secondo step: elementi d’arredo

La colonna con forno singolo, doppio o microonde
Una volta il forno veniva alloggiato nelle basi a terra, oggi hai la possibilità di inserirlo in un apposito mobile a metà altezza, questo non ti obbliga a piegarti, e lo tiene lontano dalla portata dei bambini, evitando fastidiose scottature.

Semicolonne o vani giorno

Perfetti per sfruttare lo spazio in verticale, dove riporre cibi o utensili e da collocare a piacere. La contrapposizione di vuoti e pieni, infatti, crea movimento e dinamismo, alleggerisce l’impatto strutturale dei mobili che sfiorano il soffitto e, soprattutto, ti offre comode scaffalature, che ti consentono di avere sempre a portata di mano condimenti, spezie, libri di cucina e altri strumenti.

Rastelli

Pensili
Una delle scelte da fare, quando ci si trova a dover arredare una cucina, è inserire o meno i pensili. La rinuncia a questi elementi, sempre più frequente, viene dettata da diverse ragioni, sia estetiche che pratiche. I mobiletti appesi diventano invece strettamente indispensabili quando si desidera arredare la cucina dando priorità alla sua capacità contenitiva. Ricorda di montarli ad una altezza adatta agli utilizzatori rispetto al piano di lavoro, allineandoli in caso a frigo e cappa.

Piano cottura
Oltre a valutare il numero di fuochi e la finitura in vetro o acciaio, dovrai scegliere tra:
fornelli classici, generalmente meno costosi sia a livello di investimento iniziale che di consumo.
modelli a induzione che, oltre a essere esteticamente moderni, sono più sicuri contro le ustioni e le fughe di gas, ti faranno risparmiare minuti preziosi perché fanno bollire l’acqua a tempo record e ti sorprenderanno con funzionalità avanzate e meccanismi che diminuiscono il dispendio energetico. Offrono inoltre una facilità e velocità di pulizia ineguagliabili. Oggi i più moderni piani a induzione integrano una cappa d’aspirazione centrale che resta nascosta nel vano così da liberare lo spazio sopra la cucina da ingombri.
Non è stato fornito nessun testo alternativo per questa immagine Non è stato fornito nessun testo alternativo per questa immagine

Quale materiale per i mobili della cucina
Le cucine oggi passano dall’aspetto classico del color legno, ai colori chiari come il bianco, ma il must di quest’anno è la cucina industrial che richiama il grigio cemento, ma anche texture naturali come il legno, il marmo e il gres porcellanato.
La cucina si riveste di finiture molto diverse dal passato, tutte resistenti nel tempo e dal forte impatto, basta pensare che oggi molti optano per lo stesso rivestimento del pavimento per donare un aspetto vedo e non vedo alla cucina facendola emergere dai materiali che più ci piacciono e creare un’atmosfera misteriosa ed elegante.

Sistemi di chiusura:
Le chiusure delle ante si fanno invisibili, eliminando quelle maniglie che creano sporgenza e rompono la visuale di un design completamente nuovo, grazie a gole molto pratiche o a sistemi touch che rendono moderne le nostre ante dando l’impressione di aver davanti un pezzo unico e creando magia durante la loro apertura. 

Non è stato fornito nessun testo alternativo per questa immagine

Siamo giunti al termine, hai trovato la cucina più adatta a te? 
Qualunque sia il tuo rivestimento preferito ricorda il trend del 2020 si orienta verso cucine in ambienti dove possibile open space con isole e penisole, altrimenti cucine dalla forma tradizionale ma con finiture super moderne, senza mai rinunciare alla tecnologia e alle comodità degli spazi.
Buon arredamento.
Per qualunque informazione puoi venire a trovarci in showroom, il nostro team sarà sempre a tua disposizione per aiutarti nella progettazione e nella scelta su misura per te.
Ti aspettiamo in uno dei nostri tre negozi Euroedi

Condividi la pagina con i tuoi amici: